fix bar
fix bar
fix bar
fix bar
fix bar
fix bar

Le Malattie Sessualmente Trasmissibili

image
 

Le Malattie Sessualmente Trasmissibili


Responsabile scientifico: Dott. Raffaele Lopreiato -

Le malattie a trasmissione sessuale sono in costante aumento in tutta l’Europa, tanto che si stimano quasi venti milioni di nuovi casi ogni anno.

SCHEDA DEL CORSO

Disponibile dal 1 febbraio 2019 al 31 dicembre 2019

Provider ECM: L'Orsa Maggiore srl (2546)

Target di riferimento:
  • medico-chirurgo: (tutte le discipline)
  • farmacista: discipline
  • biologo
  • chimico
  • psicologo
  • infermiere
  • ostetrico/a
  • fisioterapista
  • terapista occupazionale
  • educatore professionale

Numero max di partecipanti: 500
Durata stimata: 10 ore
Crediti ECM: 10 (dieci)

Obiettivi nazionali di riferimento: linee guida, protocolli, procedure (2) – area obiettivi formativi di sistema.

Programma del corso:
  1. MTS, le dimensioni del problema
  2. Il ritorno della sifilide
  3. Le uretriti a trasmissione sessuale
  4. L’ herpes genitale, grappolo o serpente?
  5. Le vulvovaginiti a trasmissione sessuale
  6. Lo «strano gonfiore» che aveva Mohamed
  7. Ulcere genitali a confronto. Slide show
  8. Infestazioni (scabbia e pediculosi)
  9. Trent’anni di AIDS: una storia con luci ed ombre
  10. Manifestazioni cutanee in corso di AIDS
  11. Infezione da HIV/AIDS e maternità
  12. Le creste di gallo
  13. Il rischio e la prevenzione del carcinoma cervicale da infezione da HPV
  14. Lesioni della bocca
  15. MTS in età pediatrica
  16. MTS, quali esami eseguire
  17. MTS, la prevenzione
Quote di partecipazione al corso: € 50,00  € IVA compresa

Dotazione tecnica necessaria:
- computer multimediale con scheda audio e casse acustiche; risoluzione video minima 1024 x 768; connessione internet veloce
- qualunque sistema operativo che supporti uno dei browser sottoelencati:
- browser: internet explorer 7 o superiore; mozilla 3,5 o superiore; safari 3.x o superiore; google chrome V36+
- software: adobe reader (o altro lettore di file in formato pdf); adobe flash player (o altro software per la lettura di file in formato flash); un client di posta elettronica per lettura e invio e-mail

RAZIONALE DEL CORSO
Le malattie a trasmissione sessuale sono in costante aumento in tutta l’Europa, tanto che si stimano quasi venti milioni di nuovi casi ogni anno.

L’AIDS, il nuovo flagello epocale che ha esordito come uno tsunami nell’ultima parte del secolo scorso, non è stato debellato e fa ancora paura; la sifilide ha fatto il suo ritorno sulla scena del nostro continente (nei paesi in via di sviluppo non era mai mancata!), quando pensavamo di non vederla più. Le altre MTS classicamente descritte e quelle ad esse associate mostrano uguale incremento; tutte, o quasi tutte, mostrano aspetti particolari, o particolari modalità di contagio e di evoluzione, ai quali non eravamo abituati.

Riteniamo quindi non solo opportuno, ma anche doveroso approfondire gli aspetti delle nuove epidemie e, soprattutto, delle nuove epidemiologie, al fine di poterle arginare con adeguati mezzi di prevenzione e di cura. Soprattutto il giovane medico non specialista, medico di medicina generale in particolare, che rappresenta la prima frontiera a cui il paziente si rivolge inizialmente,ma non ha mai avuto occasione di vedere, ad esempio, una lesione primaria sifilitica, risulta impreparato a questa nuova sfida, e può facilmente considerare banale e non significativo un aspetto importante di una patologia che non conosce.

Inoltre, per l’alto coinvolgimento fisico e psicologico caratteristico di queste malattie, che richiedono interventi a vari livelli non solo di medici, ma anche di altri operatori sanitari non medici (farmacisti, psicologi, infermieri, assistenti sanitari, ostetriche, ecc..) anche questi sono invitati allo studio, all’aggiornamento, alla formazione specifica sulle MTS.

Prenderemo in esame oltre alle cinque classiche “malattie veneree” (sifilide, blenorragia, ulcera molle, linfogranuloma, condilomi), l’AIDS e le altre virosi a trasmissione sessuale (HSV, HPV, HBV, HCV, mollusco), malattie batteriche, protozoarie e da lieviti (chlamydia, candida, gardnerella, mycoplasma, ureoplasma, trichomonas, ecc..), infestazioni (scabbia, pediculosi); oltre allo studio clinico ed epidemiologico di queste patologie, saranno messi in evidenza i risvolti psicologici, etici, sociali e medico-legali ad esse correlati e sarà dato spazio all’impostazione di una prevenzione efficace.